Via libera al Jova Beach

VIAREGGIO - Sono tutti risolti i nodi sulla sicurezza del Jova Beach. E’ arrivato in prefettura il nulla osta definitivo della Commissione di vigilanza. Adesso non ci sono più dubbi: il mega concerto del del 30 luglio si farà.

-

Sono tutti risolti i nodi sulla sicurezza del Jova Beach. E’ arrivato in prefettura il nulla osta definitivo della Commissione di vigilanza. Adesso non ci sono più dubbi: il mega concerto del del 30 luglio si farà. Fino a ieri non era scontato. Il via libera era infatti previsto per l’11 luglio, ma era poi slittato per la necessità espressa dalla Commissione di ottenere ulteriori specifiche tecniche da parte della ditta organizzatrice. Solo ieri, proprio per questiioni irrisolte, sul fronte sicurezza, è saltata la tappa abruzzese del Jova beach. Dieci giorni con il fiato sospeso, da parte della città e, soprattutto del mondo balneare che già da diversi giorni è al lavoro per ‘fare spazio’ letteralmente al Jova beach. Alla riunione erano presenti i rappresentanti della prg, l’amministrazione comunale, e tutti coloro che compongono la macchina organizzativa che nei prossimi giorni dovranno lavorare all’unisono sotto il coordinamento della Prefettura. Intanto la spiaggia del Moletto a già iniziato a trasformarsi in “area cantiere” con la pulitura dell’arenile e con il livellamento della spiaggia. Nel fine settimana la spiaggia sarà in parte off limits e lo sarà sempre di più con l’avvicinarsi all’evento. Per entrambe le date sono stati venduti 30mila biglietti: perchè la prefettura non ha imposto ulteriori restrizioni ad unlteriori vendite, pur sotto il testto dei 40 mila biglietti. A parte l’Altro Mare che smonterà per alcuni giorni, gli stabilimenti fissi dovranno smantellare le file degli ombrelloni a partire dai più vicini alla battigia, i cui 5 metri devono essere sempre liberi per legge. La cooperativa che lo gestisce, sempre dal 23, dovrà infatti smontare tutte le attrezzature, lasciando solo le tende, per poi rimontare tutto l’8 agosto. E ripetere l’operazione per il secondo concerto. Tra le proteste di chi ha pagato un abbonamento stagionale e si ritrova senza l’ombrellone o la tenda. Tutti gli altri bagni della Marina dovranno liberare le prime file degli ombrelloni il giorno dei concerti per consentire le vie di fuga verso sud, come mostra la planimetria presentata al Comune. L’area della Croce Verde resterà la prima uscita. Previsto anche l’abbattimento del muro di accesso alla spiaggia libera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.