Plastica in mare, l’allarme dei pescatori. Bando per lo smaltimento

VIAREGGIO - Quello delle microplastiche in mare è un problema globlale che continua a persistere, di pari passo ad una sempre più forte campagna di sesnsibilizzazione e contrasto. Nelle coste viareggine il problema non accenna a frenare.

-

Quello delle microplastiche in mare è un problema globale che continua a persistere, di pari passo ad una sempre più forte campagna di sensibilizzazione e contrasto. Nelle coste viareggine il problema non accenna a frenare. Anzi, secondo gli addetti ai lavori, l’allarme è cresciuto negli ultimi anni. Nei mesi clou, da febbraio ad aprile, grandi quantitativi di plastica fresca si concentrano sotto costa.

Il futuro è che i pescatori diventino sempre più parte attiva nello smaltimento della plastica raccolta in mare. Si sta lavorando, infatti, ad un accordo tra Cittadella della Pesca, comune e Navigo per la realizzazione di aree stoccaggio  di rifiuti speciale, attraverso un bando della Comunità europea. Intanto, tra i balneari e i bagnanti la lotta alla plastica è diventata già una filosofia di vita.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.