Cala il sipario sulla Ponsi: spunta l’ipotesi mobilità per i dipendenti

MASSAROSA - Ultimissimo giorno di lavoro per i 20 dipendenti della Ponsi di Piano di Mommio, lo storico marchio viareggino di rubinetteria passato in mano alla lombarda Ercos, che a inizio estate ha annunciato al chiusura dello stabilimento di Massarosa.

-

La società aveva proposto ai lavoratori il trasferimento in blocco a Brescia, in un altro centro di produzione. Proposta subito rifiutata da tutti i dipendenti, che oggi – ad assemblea permanente in corso – hanno ricevuto dall’azienda la proposta di apertura della mobilità, ritirando di fatto i trasferimenti. Procedura accolta con favore dai sindacati, in quanto offirerebbe ai lavoratori un’indennità di disoccupazione in attesa della Naspi.

Mercoledì i delegati di Cgil e Cisl, insieme alle Rsu, incontreranno i dirigenti della Ercos per definire l’accordo. Ma dal 1° ottobre lo stabilimento massarosese cessa definitivamente ogni attività.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.