E’ il solito clichè, una Lucchese bella a metà ma che dura solo un tempo

CALCIO D - La sconfitta con il Real Forte Querceta smorza l'entusiasmo che aleggiava intorno alla Lucchese. Ancora una volta la squadra di Monaco si è fatta rimontare e stavolta anche superare dagli avversari ridotti addirittura in dieci uomini. Domenica prossima altro derby contro il Ghiviborgo: si gioca al Buon Riposo di Pozzi di Seravezza.

-

 

Diceva una vecchia pubblicità degli ani ’60 in chiara espressione milanese “Dura minga, dura minga”. Riportatela avanti di 50 anni e capirete che sta a pennello alla Lucchese di questo contraddittorio abbrivio stagionale. Insomma, gli calza in modo pressochè perfetto. Così dopo il Chieri, due volte in vantaggio e gara finita 2 a 2; il Borgosesia in trasferta sempre in vantaggio 1-0 alla fine del primo tempo e pareggio dei piemontesi nella ripresa, adesso è stata la volta del Real Forte Querceta. In questo caso i rossoneri, avanti con una rete del giovin Nannelli e di gran lunga il migliore dei suoi, si sono fatti ancora una volta acchiappare e poi scavalcare da una compagine versiliese volenterosa e pugnace ma tutt’altro che trascendentale. Mettiamoci anche l’aggravante che tutto ciò è capitato con la Lucchese che giocava undici contro dieci per l’espulsione di Giovannelli. Sconfitta amara eppure la squadra è parsa in progresso sia sul piano tattico che sotto il profilo fisico. Stavolta sinceramente l’alibi del ritardato inizio della preparazione regge fino ad un certo punto. Intanto martedì pomeriggio la Lucchese ha ripreso la preparazione in una settimana che riporterà la truppa di Monaco ad allenarsi sul campo dell’Acquedotto tornato in condizioni accettabili anche se non all’antico splendore. Saranno giorni di riflessione e di duro lavoro poichè all’orizzonte incombe la sagoma minacciosa del Ghiviborgo capolista. La squadra del Pacio Fanani è la grande sorpresa di queste prime giornate e veleggia a punteggio pieno in testa alla classifica. Il profilo rimane basso ma i punti in saccoccia sono già tanti. Vietato sbagliare per la Lucchese nella gara e nel derby (il terzo della storia) che si giocherà al Buon Riposo di Pozzi di Seravezza. Per fare chiarezza la gara si giocherebbe in casa del Ghiviborgo. Certo che le due squadre sono accomunate dallo stesso destino almeno in questa loro fase storica: entrambe, il Ghiviborgo da alcuni anni, a girovagare, senza poter giocare nel proprio stadio. Speriamo che per entrambe questo assurdo girovagare si concluda al più presto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.