Ghiviborgo-Lucchese finisce 1-1; in parità il derby sotto la pioggia

CALCIO D - La sfida tra Ghiviborgo e Lucchese era senza dubbio il match-clou della quarta giornata di andata. Di fronte una delle due capolista del torneo (l'altra è la Fezzanese) e la blasonatissima Pantera. Ghviborgo avanti con un rigore di Lucatti. I rossoneri sprecano un penalty con Cruciani e pervengono al pareggio al 92° con Falomi. Espulso Nannelli.

-

E’ il derby numero 3 della storia tra Ghiviborgo e Lucchese. SI gioca al Buon Riposo su un terreno in discrete condizioni. Piove ma non troppo. Pubblico discreto per assistere al big match della quarta di andata. Come previsto un’assenza per parte: nel Ghivi out lo squalificato Marin mentre la Lucchese non schiera l’acciaccato Nannelli che si accomoda in panchina. Ghiviborgo capolista a punteggio pieno mentre la Pantera è ancora a caccia del primo successo. Curiosità da derby: il Ghiviborgo gioca con la maglia verdeazzurra del Seravezza poichè la seconda divisa non va bene al direttore di gara. Tradizionale rossonero per la Lucchese. Fase di studio nei primi minuti del match e tensione palpabile su entrambi i fronti. Nella fase centrale del primo tempo la Lucchese assume l’iniziativa ma le occasioni latitano. In realtà Presicci, uno degli ex di giornata, avrebbe la chance buona per la Lucchese ma non la sfrutta. Al 25 però la gara si sblocca. L’arbitro Bogdan Sfira concede un calcio di rigore al Ghiviborgo per un fallo su Lucatti. Dal dischetto si presenta lo stesso “‘infallibile” Lucatti che porta in vantaggio la capolista. Quinto centro stagionale per il centravanti biancorosso. Chi di rigore… Alla mezz’ora è la Lucchese a fruire della massima punizione. Se ne incarica il centrocampista Cruciani che però si fa ipnotizzare da Signorini il quale gli para la conclusione. Si resta col Ghivi in vantaggio. Rabbia per i circa 800 sostenitori della Pantera. La Lucchese insiste e attacca spesso a pieno organico ma senza costruire azioni pericolose. Si va al riposo col Ghivi in vantaggio. In avvio di ripresa è il Giviborgo (3′) a sfiorare il raddoppio con il bomber Lucatti. Clamorosa poi la chance al 7′ per Papi chiamato a sostituire Marin. L’attaccante del Ghivi si divora il pallone del 2 a 0. Lucchese in evidente difficoltà. Ora il derby è apertissimo e ci sono più spazi. Più bello. Torna a farsi viva la Lucchese che sfiora (12’) il pari con il centravanti Falomi. Monaco gioca la carta Nannelli anche se non al meglio. Nel finale affiora anche un pò di stanchezza. Spinge forte la Lucchese che chiude il Ghivi nella propria metà campo. Dentro anche Gueye. I tifosi della Lucchese rumoreggiano e chiedono di tirare fuori gli attributi. Spazio anche a Nazzareno Tarantino. Generosa la Lucchese che al 38esimo va ancora vicina al pareggio con Falomi. Finale palpitante. All’incedere del 90esimo Lucchese in dieci per l’espulsione di Nannelli stavolta protagonista in negativo. In pieno recupero la Lucchese perviene al pareggio, corre il 92esimo, con Falomi. Finalmente il centrattacco si sblocca ed evita ai rossoneri una pericolosa sconfitta. Finisce 1 a 1, risultato che forse non piace a nessuno. Al Ghiviborgo che rimane in testa alla classifica ma vede sfuggire una vittoria che pareva già in saccoccia e alla Lucchese ancora lontana parente di quello che vuol essere in questo campionato.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.