Camaiore-Ersu: attesa per la decisione del Consiglio di Stato

CAMAIORE - Si dovrà attendere ancora diverse settimane per conoscere la pronuncia del Consiglio di Stato sul caso Ersu-Camaiore. Nell'udienza di merito a Palazzo Spada a Roma i giudici della sezione quinta non hanno affrontato la discussione in aula rinviando tutto alla sentenza.

-

In ballo come noto c’è l’affidamento diretto del servizio dei rifiuti alla società Ersu fatto in urgenza dall’amministrazione Del Dotto, chiudendo i rapporti con Sea dopo 16 anni. Affidamento già dichiarato legittimo dal Tar Toscana a maggio con la sentenza impugnata da Sea e portata di fronte ai giudici supremi.

Per la pronuncia che chiuderà la partita c’è tempo 45 giorni, ma per i bene informati potrebbero bastarne una quindicina. Il Consiglio di Stato potrà accogliere o rigettare il ricorso, pronunciandosi finalmente nel merito, dopo aver già respinto ad agosto la richiesta di sospensiva presentata da Sea.

In Sea Ambiente per adesso nessuno si sbilancia. “Saremo rispettosi della decisione del Consiglio di stato” – fa sapere il Presidente Fabrizio Miracolo. Il sindaco Alessandro Del Dotto invece spiega: “Che ci diano torno o ragione, noi andiamo avanti. Non torneremo indietro sulla scelta della società di gestione dei rifiuti” – dichiara il sindaco, forte del maccanismo inhouse “scattato ad aprile dentro a Reti Ambiente”, la società che possiede le quote di Ersu e Sea, “consentendo ai Comuni di scegliere la società. Un percorso per altro già avviato da parte nostra con Anac”, precisa Del Dotto.

Sul tema interviene Fabrizio Miracolo in qualità di membro del Cda di Reti Ambiente. “Riguardo alla questione house providing voglio precisare che a tutt’oggi stiamo ancora predisponendo gli statuti per tutte le controllate e siamo a verificare tutti i presupposti di legge perché in maniera coerente si possa esercitare il controllo analogo da parte dei comuni soci su reti ambiente. Questo percorso terminerà solo quando sarà approvato dalla assemblea dei soci e pertanto ogni dichiarazione contraria a quanto sopra è assolutamente priva di fondamento.”

Nel frattempo come noto è partito da quasi un mese, ovvero dal 30 di settembre, il servizio di Ersu a Camaiore, che ha esteso il porta a porta a tutto il territorio comunale.

 

 

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.