Dodici ricette per portare in tavola il pesce “viareggino”

VIAREGGIO - Valorizzare il pescato locale, la cosiddetta "filiera ittica a miglio zero". E' questo l'obiettivo di Coldiretti che dal Bistrot della Cittadella del Carnevale ha lanciato "Un mare di salute" ,un nuovo progetto di diffusione del prodotto ittico viareggino.

-

Sono un centinaio circa, del resto, le imprese della pesca attive nel porto di Viareggio, l’85% è a conduzione familiare. Il loro pescato arriva in quasi la metà dei mercati di Campagna Amica sparsi in Toscana. Sono acciughe, sanpietro, ombrine, muggini, sugarelli, seppie. “Pesci favolosi, buonissimi” – ha commentato il Presidente di Coldiretti Lucca Andrea Elmi – “ma considerati seconde scelte forse anche per mancanza di informazione ed adeguata promozione. Non ha senso cucinare pesci che arrivano dall’Atlantico quando abbiamo il mare a due passi.”

E così Coldiretti, nel progetto promosso nell’ambito del Programma Nazionale Triennale della Pesca e dell’Acquacoltura 2017-2019, ha confezionato dodici ricette per dodici specie di pesci italiani, da preparare seguendo la stagionalità del mare e la filosofia ferrea della filiera corta. Ricette illustrate alla stampa con le immagini dell’agrichef toscana Francesca Buonagurelli.

A spingere il pesce a miglio zero tutta una serie di strumenti digitali come un sito dedicato, un’App ed un ricettario semplice e accattivante per sbalordire a tavola. Supporti che accompagnano il progetto: “Abbiamo iniziato un nuovo percorso di informazione ed educazione del consumatore a scegliere pesci locali e di stagione. – ha spiegato la biologa marina Claudia Benassi – E per convincerlo gli proponiamo ricette e consigli a tavola firmate dai nostri agrichef e con prodotti dei nostri mercati”.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.