E’ polemica sui “felpati” ai Comics; ma il direttore di Lucca Crea Vietina non ci sta

LUCCA - E' stata la polemica sui cosiddetti felpati, il personale addetto al portierato dei padiglioni, a scaldare la puntata di Dido dedicata a Lucca Comics. Anche quest'anno infatti alcuni gruppi politici hanno protestato definendo troppo bassa la loro paga, 4 euro e 60 centesimi l'ora, prefigurando in questo una qualche responsabilità di Lucca Crea.

- 2

Ed è anche nato un comitato con il provocatorio nome di “Lucca Crepa”. Dopo giorni di silenzio, il direttore di Lucca Crea, Emanuele Vietina, è sbottato definendo la polemica strumentale e priva di un reale contenuto. Vietina ha spiegato che Lucca Crea mette a bando i servizi svolti dai felpati, servizi che poi vengono aggiudicati a società specializzate nel settore. Lucca Crea si attiene scupolosamente alle regole e prende in considerazione solo aziende con contratti approvati dalle principali sigle sindacali. Ma più di questo non può fare, non può modificare i contratti o scegliere le aziende a proprio piacimento. Le regole si possono cambiare solo a livello nazionale. Ma la cosa paradossale ha aggiunto il direttore, e che Lucca Comics è uno dei pochi grandi festival in Italia che ha deciso di non usufruire del volontariato, scegliendo invece di dare un riconoscimento in denaro a tutti coloro che contribuiscono al successo della manifestazione. E invece viene attaccata proprio su questo aspetto. Al di là delle polemiche, Lucca Comics anche quest’anno veleggia verso un successo annunciato, con oltre 150 mila biglietti venduti quando mancano ancora 5 giorni all’inizio della manifestazione.

Commenti

2


  1. Una citta’ paralizzata x questa pagliacciata….


  2. Scusate ma a me sembra che si stia esagerando. Ma chi di noi non ritiene che il proprio stipendio sia troppo scarso in relazione alla mole e alle responsabilita’ che abbiamo? Ma ci viene risposto che questo è il contratto. Allora perché non puo essere così anche per loro se esiste un contratto? E poi alla fine insegnamo a questi ragazzi che sudarsi un po’ di soldi fa sempre bene e non è possibile ambire sempre al top sennò veramente stiamo crescendo la generazione degli incontestabili…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.