Lucca, arrivano gli autovelox sulla circonvallazione

LUCCA - Entro la fine dell'anno il Comune di Lucca procederà all'installazione di cinque autovelox nell'immediata periferia della città. Lo ha annunciato l'assessore alla sicurezza stradale Celestino Marchini, spiegando che si tratta di una nuova misura che mira a diminuire il numero e la gravità degli incidenti stradali nell'area urbana.

- 5

Due autovelox saranno installati sulla circonvallazione e precisamente su viale Carlo del Prete e su viale Carducci. Gli altri tre saranno invece posizionati su altrettante direttrici di accesso alla città: viale Puccini, viale Luporini e viale Europa.

Tutti tratti stradali, ha spiegato l’assessore Marchini, dove nel corso degli anni si sono verificati incidenti con conseguenze anche gravi.

Il limite di velocità di queste strade è di 50 chilometri orari.

Oltre a ciò, sempre nell’ottica della sicurezza stradale, l’assessore ha annunciato la prossima istituzione di tre nuove zone con limite a 30 chilometri orari nei quartieri dell’Arancio, di San Filippo e di Antraccoli. E in futuro c’è l’intenzione anche di adottare un analogo provvedimento nel quartiere di San Concordio.

 

Commenti

5

  1. Graziano Castellano


    Un’altra bella idea per far cassa e sicuramente aumentare ancora di più code e ingorghi… ancora un plauso alla giunta Tambellini e a Marchesini con le sue grandi opere e idee per il traffico Lucchese


  2. Per la sicurezza stradale potrebbero cominciare col tappare a modo le buche e soprattutto limitare il traffico dei TIR che in quelle zone anche a 50 km/h sono un pericolo.

  3. Mariotto Segnotto


    Comodamente seduti nella poltrona che Non Lasciano Più fanno copiano provvedimenti obsoleti ed assurdi ! Siamo a fine 2019 ! Che se poi Mettessero Tutti i quattrini Rubati alle 4 ruote in Opere Utili e Vere sarei il primo amprendere una bella multa ! ! ! 30 km orari ??? 😑 Ma questo Marchini è sempre il solito Genio che tempo fa voleva Mettere un senso unico zona Arancio o sbaglio ? Marchini A Casaaa !!!


  4. Suggerirei al signor Marchini di far ritornare i cittadini all’uso del cavallo. Prima però bisognerebbe fare in modo che il nobile animale non superasse i 30 km/h perchè, se lasciato libero di correre, anche lui potrebbe infrangere il muro del suono di tale limite di velocità.
    Dispiace davvero constatare l’incapacità e la disonestà intellettuale di questi dotti, medici e sapienti. Il progresso, secondo loro, si realizza con tutte le limitazioni possibili della libertà personale, immolata ovviamente, sempre più in modo tristemente vigliacco, in nome della sicurezza. Peccato che questo nobile ideale abbia sempre come contropartita un pingue introito di vil pecunia nelle casse dilapidate delle inutili, dannose, esose, burocratiche e ostative Istiuzioni pubbliche che invece di preoccuparsi di fornire adeguati servizi per migliorare la vita dei cittadini, si fanno venire l’ernia inguinale per trovare modi per salassarli ulteriormente senza mai trovare soluzioni che migliorino la vita anzichè castrarla del tutto. Grazie comunque per avermi fatto arrabbiare anche oggi, che il fato si manifesti con giustizia e moltissimo altruismo.


  5. Io suggerirei di radere al suolo quegli inutili edifici, e deportare in un campo di concentramento le altrettanto inutili persone (non motorizzate) che infestano le nostre strade. Così che, finalmente, i novelli Schumi potranno, in tutta sicurezza, scorrazzare a 130 all’ora per le strade cittadine. Mi candido ad assessore al traffico; mi votate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.