Pluriservizi Camaiore: “La nomina della Raffaelli è illegittima”

CAMAIORE - La nomina di Chiara Raffaelli come amministratore unico della Pluriservizi è illegittima. A rivelarlo sono le forze di opposizione sulla base di ben due pareri accademici: il primo del professore Bartalena, di due anni fa, e il secondo della dottoressa Calvosa, docente di diritto commerciale dell'Università di Pisa.

-

Quest’ultimo, denunciano Forza Italia e Il Futuro nelle Radici, è stato chiesto dal Collegio dei revisori della stessa società municipalizzata di Camaiore, arrivato nel luglio 2018 ma rimasto in un cassetto fino a oggi, svelato solo su richiesta delle minoranze.

In sostanza, la Raffaelli – nominata nel 2017 dal sindaco Del Dottoper tre anni alla guida della partecipata Pluriservizi – non sarebbe compatibile visto il suo precedente ruolo di sindaco revisore della  società stessa. Una posizione di conflitto, in quanto sarebbe passata da controllore a controllato.

L’ex sindaco Giampaolo Bertola, oggi Consigliere di minoranza, avanza dubbi sulla legittimità degli atti approvati.

Secca la replica dell’amministrazione Del Dotto. “Una parte minoritaria dell’opposizione, per l’ennesima volta, torna sulla questione della nomina dell’amministratore Unico di Pluriservizi, tirando fuori un parere, vecchio di oltre un anno ove si legge che la nomina è valida ed efficace così come gli atti compiuti dall’Amministratore. La questione – ricorda l’amministrazione in un comunicato – fu oggetto, oltre un anno fa, di un approfondimento nell’apposita commissione consiliare in cui il segretario comunale chiarì che la nomima era valida ed efficace. Resta aperta da tempo la vera domanda: Perché questa continua campagna contro l’Amministratore Unico di Pluriservizi”

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.