Turismo, categorie a confronto: ma resta il nodo balneazione

CAMAIORE - Sei tavoli di confronto sul turismo per dettare l'agenda politica dei prossimi anni alle istituzioni locali. Una formula ormai cara al Pd quella che sabato pomeriggio ha messo faccia a faccia imprenditori, professionisti, rappresentanti di categoria della Versilia e iscritti del Partito Democratico.

-

Un’iniziativa, quella che si è svolta all’Una hotel, organizzata dalla segreteria dem di Camaiore. Balneazione, ricettività e infrastrutture, turismo enogastronomico, sportivo e sostenibile, promozione del territorio, innovazione delle aziende e lavoro. Da questi temi le idee per il futuro.

Uno dei fattori cruciali per il turismo è quello della balneabilità del mare. A questo proposito nei giorni scorsi i Comuni della Verisilia sono tornati a riunirsi con l’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni per fare il punto sull’accordo di programma. Il maggiore nodo da sciogliere per combattere l’inquinamento è quello degli spandenti a mare che porteranno le acque della fossa dell’Abate lontano da riva. Lavori che devono ancora partire. Un intervento da 400mila euro, metà pagato da Camaiore e Viareggio e metà dalla Regione, che però minaccia di ritirare il proprio contributo se non verrà data a breve un’accelerata da parte dei comuni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.