Carnevale forte sulla promozione: da nord a sud per Burlamacco

VIAREGGIO - Il Carnevale di Viareggio raccoglie i frutti del percorso di promozione avviato e, a quanto pare, già consolidato, degli ultimi anni. Mentre si scalda l’atmosfera verso l’edizione 2020 , quella che mette al centro le generazioni, tra innovazione e cambiamento, il bilancio della passata edizione sulla provenienza dei visitatori al carnevale, fa sognare in grande.

-

Il Carnevale di Viareggio raccoglie i frutti del percorso di promozione avviato e, a quanto pare, già consolidato, degli ultimi anni. Mentre si scalda l’atmosfera verso l’edizione 2020 , quella che mette al centro le generazioni, tra innovazione e cambiamento, il bilancio della passata edizione sulla provenienza dei visitatori al carnevale, fa sognare in grande. Al primo posto rimane ovviamente la Toscana, con il 22 per cento delle presenze, mentre al secondo posto – ed è questo il dato che suscita maggiore sorpresa, la Lombardia, con il 18,5 per cento. Seguono la Campania con il 10, 5 per cento, al quarto posto il Lazio con l’8 per cento. L’affluenza straniera è del tre per cento.

Un Carnevale di Viareggio che guarda al futuro puntando, in primo luogo, sulle capacità artistiche e aritigianali dei proprmi maestri costruttori con l’obiettivo di creare un vero e proprio distretto in cui possano risconocersi.

La Fondazione Carnevale ha confermato gli accordi di partnership con la Ferrero, che raddoppia il suo contributo ed Esselunga che, insieme ad I Care, conferma la scontistica sui biglietti, in vendita a 35 euro fino al giorno della Befana, a 40 euro, a partire dal 7 gennaio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.