Centro massaggi a luci rosse, assolte le quattro dipendenti

VIAREGGIO - C'è una svolta nel caso dei nove centri massaggi cinesi di Viareggio chiusi ad aprile per gravi carenze ignienico sanitarie e per irregolarità riscontrate nell’assunzione del personale.

- 2

C’è una svolta nel caso dei nove centri massaggi cinesi di Viareggio chiusi ad aprile per gravi carenze ignienico sanitarie e per irregolarità riscontrate nell’assunzione del personale. L’indagine era poi proseguita con la denuncia a quattro dipendenti di altrettanti istituti per struttamento e favoreggiamento della prostituzione. Le quattro persone citate a giudizio sono state tutte assolte.

L’istruttoria ha dimostrato in modo inequivocabile che non vi era alcuna responsabilità per i reati ascritti.

In particolare per tre dipendenti lo stesso Pm ha chiesto l’assoluzione mentre per la quarta, ritenuta la “mente” del centro estetico è stata chiesta la condanna. Condanna che  però non è stata inflitta tanto che la donna è stata assolta per non aver commesso il fatto.

Commenti

2


  1. Io posso dire: l’avevo detto. Gli elementi in mano alle Autorita’ erano inconsistenti. Per fortuna siamo uno stato di diritto. E il garantismo vale per Siri e Renzi, ma vale anche per un cittadino cinese.


  2. Tanto lo so che non pubblicherete mai questo commento, perche’ , alla fine, in Italia la liberta’ di stampa e’ solo simbolica. Dire che ad aprile scorso a Viareggio c’era stata una campagna diffamatoria anticinese dalle venature razziste, non e’ possibile, anche se e’ verita’. Lo scrivero’ comunque sul mio blog, seguito da chi crede nella liberta’ di stampa anche a livello locale. Hong kong e’ il paradiso della liberta’ a confronto dell’Italia….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.