CT Lucca Vicopelago vola in semifinale; il sogno scudetto può continuare…

TENNIS A1 DONNE - Il CT Lucca Vicopelago accede per il secondo anno consecutivo alla semifinale del massimo campionato italiano a squadre femminile: in soldoni quello che assegnerà lo scudetto attualmente detenuto dalle torinesi del Beinasco. Decisivo per le ragazze di Pieri e Cerri il pareggio (2-2) contro il TC Parioli Roma.

-

 

Una qualificazione fortemente voluta e conquistata nell’ambito di un girone certamente complicato di cui facevano parte oltre al Parioli anche il suddetto Beinasco, che adesso rischia una clamorosa eliminazione, e il più abbordabile Siena. Battute proprio le senesi nella prima giornata la formazione lucchese si è superata andando a pareggiare sul campo del Parioli e successivamente battendo Beinasco. Tour de force tra il 1° e il 3 novembre con due partite concentrate nell’arco di 48 ore. Agevole il successo (4-0) a Siena Jessica Pieri & C. non dovevano perdere al cospetto del forte Parioli. E così è stato dopo una bella rimonta avviata da Tatiana Pieri e completata dal doppio Jessica-Bara. Tre le straniere che hanno dato manforte per il raggiungimento della semifinale: Zavatska, forse la più forte ma avuta a disposizione solo nella prima giornata, Ivankhenko e la rumena Irina Bara che ha giocato le ultime due partite. Ma la fase a gironi ancora non è completata. Domenica 17 ci sarà infatti la trasferta di Beinasco. Le torinesi sono quasi fuori: devono assolutamente vincere e sperare che il Parioli non faccia altrettanto con Siena. In realtà speranze ridotte al lumicino mentre Lucca, che sarà priva di tutte le sue straniere, dovrà verificare se sarà primo o secondo posto. Nell’altro girone qualificate Genova e Prato, entrambe fortissime. Le semifinali sono in programma il 24 novembre e il 1° dicembre. Dal 6 all’8 dicembre le finali al Palatagliate di Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.