Intossicazione da monossido, famiglia al pronto soccorso

CAPANNORI - Paura a Lappato per una intossicazione da monossido di carbonio che grazie al tempestivo intervento dei soccorsi alla fine, fortunatamente, non ha prodotto gravi conseguenze per le persone coinvolte.

- 1

Il fatto è avvenuto in un’abitazione sulla via Pesciatina. Le esalazioni probabilmente si sono sprigionate durante la notte da una stufa a legna. In casa c’erano i componenti di un nucleo familiare, una mamma di 29 anni e tre bambini rispettivamente di 8,4 e 2 anni, di origine nordafricana. L’allarme è scattato in mattinata, quando un parente ha telefonato più volte alla famiglia senza ricevere risposta. Il parente ha mandato una ragazza direttamente alla porta della famiglia e questa si è resa conto che la donna e la figlia di 8 anni non stavano bene, in particolare accusavano un forte mal di testa. La ragazza allora è corsa alla farmacia di Lappato per chiedere aiuto e da lì è subito partita la chiamata al 118. Sul posto sono intervenuti la Misericordia di Marlia, la Croce Verde di Ponte a Moriano ed i Vigili del Fuoco. Alla fine sia la mamma che i tre figli sono stati accompagnati in codice giallo al Pronto Soccorso di Lucca dove però sono state subito escluse complicazioni, anche per la donna e la bambina di 8 anni, le cui condizioni non sono apparse gravi. In un primo momento era stato allertato anche l’elisoccorso Pegaso il cui intervento però alla fine non è stato necessario.

Commenti

1


  1. Prima di andare a letto , bisogna accettarsi che il fuoco sia spento . Oltretutto , bisogna anche pulire il camino o canna fumaria . Tutto questo almeno una volta l’anno .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.