Le Mura cerca la prima vittoria al Palatagliate contro la temibile Geas

BASKET A1 DONNE - La sesta di andata propone al Gesam Le Mura la seconda gara interna. Sabato sera (palla a due ore 20,30) arriva infatti la temibile e blasonata Geas di Sesto San Giovanni delle ex-Zampieri ed Ercoli. Le milanesi sono appaiate in classifica alle biancorosse con tre vittorie due sconfitte. Gara difficile che però Ravelli & C vogliono assolutamente vincere.

-

 

La vittoria, noi lo abbiamo chiamato blitz, del Gesam Le Mura a Battipaglia ha confermato che Lucca c’è. Nonostante l’ennesima rivolzuioen estiva la squadra affidata alle mani sapienti del giovane coach Francesco Iurlaro ha dato dimostrazione nelle prime cinque giornate di campionato di buona affidabilità e di una crescita tangibile ma che può avere ancora ampi margini. Insomma una squadra in grado di veleggiare anche, e perchè no, ad immediato ridosso delle grandi del campionato che poi sono le solite note. La vittoria sula Givova ha ribadito che ci sono giocatici di consolidata esperienza e di sicura costanza sul piano del rendimento ma anche giovani rampanti, 20enne o giù di lì, dal presente interessante e dal futuro luminoso. Sara Madera, fresca di convocazione con la nazionale maggiore è una di queste, ma non la sola. E’ la seconda partita al Palatagliate per le biancorosse che nella prima si sono trovate di fronte quella montagna spesso inarrivabile del basket italiano chiamata Schio. Ebbene contro le pluricampionesse italiane la squadra del presidente Cavallo e della DS Gorlin ha giocato molto bene impegnando le scledensi che in realtà non sono più imbattute. In testa al campionato a punteggio pieno viaggiano Ragusa e Venezia le altre pretendenti forti allo scudetto. Lucca è nel folto gruppetto delle quinte di cui fa parte anche quel Geas Sesto San Giovanni che sabato sera cala a Lucca con fare ardimentoso. Le Mura però è consapevole che pur trattandosi di una partita difficile è ampiamente alla sua portata. Ecco, ritagliarsi un ruolo e un posticino dietro alle tre grandi può essere un obiettivo forse anche ambizioso ma non del tutto irraggiungibile. Sabato sera ne sapremo un pò di più.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.