Gesam Le Mura vuol battere le Lupe e…anche la recente tradizione negativa

BASKET A1 DONNE - Uno dei bigmatch dell'ottava giornata di andata (l'altro è Schio-Venezia) si gioca al Palatagliate domenica (ore 18) dove cala il Fila San Martino di Lupari una delle quattro squadre che guidano la classifica. Vigilia purtroppo caratterizzata dal grave infortunio occorso a Silvia Pstrello.

-

 

Dopo sette giornate il cammino del Gesam Le Mura Lucca può ritenersi più che positivo. Anzi ottimo. Se consideriamo come e quanto la squadra sia stata rivoltata come un calzino col capitano Ashley Ravelli unica superstite…Buonissimo anche il lavoro di coach Francesco Iurlaro tecnico giovane e preparato cui la società del presidente Cavallo ha affidato il compito di ricostruire qualcosa di importante a due anni e mezzo dallo storico scudetto datato 7 maggio 2017. Finora le biancorosse hanno vinto 5 partite e ne hanno perdute due contro avversarie (Ragusa nell’Opening Day e Schio al Palatagliate) obiettivamente più attrezzate. Dopo la bella vittoria di Torino si torna a respirare il clima del parquet amico. Interlocutore scomodo visto che arriva il San Martino di Lupari quarto incomodo al comando della classifica con le tre grandi e finora battuto solo a Venezia: poi le giallonere le hanno vinte tutte. Ci vorrà quindi un grande Gesam capace di giocare un basket intenso per 40′. In palio la possibilità di agganciare proprio le venete di coach Gianluca Abignente e di proporsi come quarta forza del campionato. E scusate se è poco.

Il pallone a spicchi racconta che da due stagioni le Lupe patavine banchettano al Palatagliate. Lo scorso anno, in realtà era il 13 gennaio, il San Martino s’impose al termine di una partita buttata via e ricca di colpi di scena. In quella maledetta domenica maturò una sconfitta amarissima per il Basket Le Mura che diede a lungo la sensazione di amministrare un vantaggio cospicuo anche di oltre dieci punti. Ma le ospiti non mollarono e seppero restare a galla tanto che dopo un clamoroso over time riuscirono addirittura a vincere 70 a 68 così come avevano fatto l’anno prima. Stavolta Lucca vorrebbe invertire il trend e sfatare l’antico adagio del “non c’è due senza tre…interrompendo così anche una tradizione assai negativa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.