Massarosa getta la spugna: il Comune è in dissesto finanziario

MASSAROSA - Il Comune di Massarosa è in dissesto. Nonostante mesi di lavoro intenso per cercare di portare in equilibrio il bilancio comunale non esiste alcuna strada percorribile. Lo comunica in una nota l'amministrazione del sindaco Alberto Coluccini, eletto appena cinque mesi fa con una coalizione di centrodestra.

- 1

“Il disavanzo generato dalla precedente amministrazione è di ben oltre 10 milioni di euro. Un deficit di cassa e al contempo strutturale di oltre 2 milioni di euro ogni anno che non lascia altra strada che la dichiarazione di dissesto.

“Per questo è stato convocato per mercoledì 27 novembre alle 21 il consiglio comunale del Comune di Massarosa nel quale sarà discussa la delibera di dissesto dell’Ente, come indicato dal collegio dei revisori dei conti. Una inevitabile conseguenza delle scelte fatte dalla precedente amministrazione.

“Sabato mattina si è tenuta l’ultima di una serie di commissioni bilancio che ha chiuso mesi di intense riunioni e approfondimenti. La dirigente contabile dottoressa Antonella Bugliani, alla presenza dei 5 membri della commissione (Mirco Masini per la Lega, Giovanni Brocchini e Sergio Cima per Civica Massarosa, Francesco Mauro del grupppo misto e Stefano Natali per Sinistra Comune) e di diversi auditori esterni, ha evidenziato circa 6 milioni di anticipazione (scoperto) in banca e gli oltre 7 milioni di euro di fatture scadute. Fino all’ultimo istante utile sono state recepite e valutate tutte le proposte pervenute, comprese quelle della minoranza. Ma, dopo simulazioni e ipotesi di lavoro, è stato preso atto che non esistono margini per una manovra correttiva che possa riportare in equiibrio il bilancio comunale. Il dissesto è inevitabile e derivante da scelte sbagliate e insostenibili, sia per il passato che per il futuro, per un Comune come Massarosa.

“Una volta adottato, il provvedimento di dichiarazione di dissesto finanziario dell’ente dovrà essere trasmesso entro 5 giorni al Ministero dell’Interno, alla Procura Regionale della Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica, unitamente alla relazione dell’organo di revisione economico finanziario del Comune di Massarosa.”

Commenti

1


  1. Dieci anni di peste pd, ha funzionato…!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.