“Mister Wonderland”, il figurinaio che diventò il re dei cinema americani

LUCCA - Anteprima per la stampa in San Micheletto per il documentario "Mister Wonderland", dedicato a Zeffirino Poli, emigrato della Valle del Serchio che fece fortuna in America fino a diventare uno dei più grandi impresari teatrali e cinematografici negli Stati Uniti degli anni '20.

-

Il film, diretto da Valerio Ciriaci e scritto dallo stesso Ciriaci in collaborazione con Luca Peretti, ricostruisce questa storia, al limite dell’ incredibile e quasi dimenticata.

Zeffirino, che poi adottò il nome di Sylvester, emigrò da Coreglia in America alla fine dell’Ottocento. Era poverissimo ma, come molti compaesani, aveva il grande talento dei fugurinai e per questo iniziò a modellare statue di gesso e di cera per gli spettacoli teatrali.

Entrato nell’ambiente, intuì l’enorme potenzialità della nascente industria cinematografica ed aprì il suo primo teatro a New Haven. In pochi anni arrivò a possedere 30 strutture tra teatri e cinema in vari stati dell’Est. Tra gli artisti che si esibirono sui suoi palcoscenici, Poli annoverò Harry Houdini, Charlie Chaplin e, persino, Buffalo Bill.

Il film è prodotto da Awen Films di New York  in collaborazione con Infinity Blue e Lucca Film Festival & Europa Cinema, con il sostegno della Fondazione Cresci per la storia dell’emigrazione italiana e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.