Ragazza morta dopo l’ecstasy, condanna definitiva per lo spacciatore

LUCCA - Condanna definitiva a 6 anni e ingresso in carcere per uno degli spacciatori che cedette ad una ragazza lucchese, Emma Pardi, alcune pasticche di ecstasy; la giovane morì a seguito di un malore poche ore dopo.

-

La tragedia avvenne nel 2009 ad Altopascio, dopo una serata passata in discoteca. Dopo il processo di appello, la Cassazione ha confermato la condanna per Daniele Pavone, per il quale si sono aperte le porte del carcere di Genova.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.