Ghiviborgo acciuffa un pari prezioso (2-2) sul campo della forte Fezzanese

CALCIO D - La 16esima giornata ha confermato le difficoltà del Ghiviborgo che ormai non vince da due mesi e mezzo. Tuttavia il pareggio (2-2) sul campo della temibile Fezzanese è pur sempre un buon viatico per guardare ad un sollecito riscatto. Il neo acquisto Felleca grande protagonista. E domenica prossima arriva la Caronnese.

-

 

Non sa più vincere il Ghiviborgo, il successo manca ormai dal lontanissimo 6 ottobre (3-0 in casa sul Borgosesia), ma perlomeno ha frenato l’emorragia di sconfitte. La squadra di Pacifico Fanani pareggia 2-2 sul campo della Fezzanese al termine di una partita che ha rischiato prima di vincere ma poi anche di perdere. Il Ghivi si dispone con Lucatti e Felleca, protagonista di giornata, in attacco supportati da Nottoli. La prima occasione (21′) è per i verdi locali: Adderio Mobilio (due cognomi, un buon giocatore) ispirato dall’ottimo Baudi vede respinto il suo tiro a colpo sicuro. Reagisce il Ghiviborgo che al 23esimo va vicino al vantaggio con un colpo di testa di Brusacà che sorvola dì un soffio la traversa. E’ solo il preludio al vantaggio dei biancorossoazzurri che arriva poco dopo la mezzora (31): Felleca è lesto ed opportunista ad approfittare di una vistosa sbavatura difensiva degli spezzini. 1 a 0 e partita sbloccata. Trascorrono solo due minuti che la Fezzanese potrebbe rimettere subito le cose a posto. L’arbitro Sassano di Padova concede infatti un calcio di rigore per un fallo di Bartolini sull’indemoniato Baudi. Dal dischetto lo stesso numero 11 non riesce però a battere Marino bravissimo a deviare in calcio d’angolo. Ma in avvio di ripresa (6′) i padroni di casa pervengono al meritato pareggio. Fa tutto il giovane Dell’amico che spiazza Marino con una girata da applausi. Ora l’inerzia del match è tutta dalla parte dei liguri e il Ghivi vede in tutti i sensi i sorci verdi. (23) Terminello effettua un traversone che Marino respinge sulla ribattuta Addiego Mobilio (ancora lui) è rapido ad intervenire firmando la sua quinta rete stagionale. Ora è durissima per il Ghiviborgo. A pochi minuti dal 90esimo (39) la Fezzanese rimane in dieci per l’espulsione di Terminello incappato nel secondo cartellino giallo. Riprendono vigore gli uomini di Fanani. Così al 92esimo stavolta il rigore è a favore degli ospiti per un evidente fallo di mano. Dal dischetto il centravanti Lucatti non sbaglia per il punto del 2 a 2 e il dodicesimo sigillo personale. Un pareggio davvero prezioso che lascia il Ghiviborgo nelle pastoie della bassa classifica ma che dà morale in vista della gara casalinga di domenica prossima quando allo stadio delle Terme calerà la quotata Caronnese.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.