Gorfigliano, tutti al lavoro per innalzare le torri dei Natalecci

MINUCCIANO - Sono secoli, forse millenni che le comunità della valle dall'Acqua Bianca, nel comune di Minucciano, nel periodo dell'Avvento, si ritrovano per costruire straordinarie torri vegetali che prendono nomi differenti, cambiando da paese in paese.

-

Tra le più antiche ci sono i Natalecci di Gorfigliano. In questo caso sono tre i gruppi che lavorano incessantemente per essere pronti la vigilia di Natale. Ci troviamo in località “ al Nataleccio” e ancora si provvede a portare il verde necessario per tessere la torre. In questo luogo si arriva solo a piedi e potete immaginare quanto sia faticoso ogni anno costruire questo Nataleccio: quest’anno poi c’è stata la neve e dopo è arrivata la pioggia.

Nonostante le avversità climatiche possiamo dire che il nataleccio del rione Culiceto  è a buon punto e forse nel pomeriggio del 23 dicembre potrebbe essere concluso. A riprendere la costruzione del Nataleccio del Culiceto anche una videomaker francese.

Laggiù in basso oltre il torrente Acqua Bianca è piena costruzione il Nataleccio del Rione Bagno: questo è il Nataleccio più alto, quest’anno supera i 15 metri, e anche in questo caso tanto lavoro per mantenere viva una tradizione antichissima.

Come ogni anno allo scoccare del suono dell’ave-Maria, alle 18 del 24 dicembre, si accenderanno tutte queste torri trasformandosi in Torri di fuoco e secondo la tradizione cristiana utili a scaldare Gesù Bambino.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.