Il pranzo dei bisognosi nella casa del Vescovo

LUCCA - Tutti assieme nel salone dell’Arcivescovato: per la prima volta il tradizionale “Pranzo di Natale con i poveri” della Comunità di Sant’Egidio ospitato dall’Arcivescovo Paolo Giulietti nella “sua casa” nel centro storico di Lucca.

-

Quasi 300 persone hanno quindi potuto pranzare assieme nel giorno di Natale, un gesto che in un tempo come quello che stiamo attraversando, caratterizzato da nuove diffuse paure e dal ritorno di un clima di contrapposizione e violenza che sembrava appartenere al passato, diviene ancora più significativo.Come l’anno passato, in contemporanea, è stato realizzato anche un secondo pranzo nel quartiere di Pontetetto, dove Sant’Egidio, ormai da tempo, ha consolidato la sua presenza soprattutto grazie alla “Scuola della Pace” con i bambini.
Quasi 200 gli ospiti del pranzo nel salone dell’Arcivescovato e circa 100 al pranzo di Pontetto. Tra loro circa 80 bambini, 40 senza fissa dimora, 80 stranieri e 40 anziani. Davvero numerosa la partecipazione dei volontari: quasi 150 persone hanno scelto di trascorrere il giorno di Natale dando il loro contribuito alla realizzazione del pranzo e all’accoglienza degli invitati.
In tanti hanno scelto di sostenere l’iniziativa: molti ristoranti della città hanno regalato i pasti, alcuni forni con pane e focaccia, altre aziende con forniture gratuite di formaggio, acqua e bibite, altre con tovaglie e stoviglie, per rendere l’ambiente davvero familiare. Un aiuto particolare è arrivato poi dalle Misericordie di Camaiore e Lido per il sostegno nell’allestimento, e dal Comitato Popolare di P.zza San Francesco, che mettendo a disposizione le proprie cucine ha reso  possibile la preparazione dei pasti caldi. Non è mancata infine una speciale attenzione alla riduzione della produzione di rifiuti per
testimoniare l’attenzione ai temi ambientali: un pranzo completamente plastic free.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.