Il regalo della Fondazione CariLucca, un pioggia di milioni per lo sport

PROVINCIA DI LUCCA - La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha assegnato contributi per complessivi 4 milioni di euro destinati alla messa a norma e all’efficientamento delle strutture sportive di tutta la provincia di Lucca.

-

Una vera e propria boccata di ossigeno per tutti coloro che praticano sport. La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha assegnato contributi per complessivi 4 milioni di euro destinati alla messa a norma e all’efficientamento delle strutture sportive. Prende dunque forma il nuovo progetto strategico della Fondazione, concretizzato nel bando “Impianti sportivi”, aperto in estate e dedicato agli enti pubblici e privati senza scopo di lucro proprietari di impianti e ai gestori degli stessi impianti in virtù di contratti di lungo periodo. Un bando molto particolare, perché nato da un attento processo di valutazione attraverso il quale la Fondazione si è messa in una posizione di ‘ascolto’ del territorio, chiedendo ai potenziali destinatari di inviare una manifestazione d’interesse. Da questo ‘sondaggio’ sono stati desunti gli elementi ‘chiave’ per costruire un bando ad hoc, modellato sulle reali esigenze delle comunità locali e non su ipotetiche valutazioni teoriche. Contemporaneamente all’apertura del bando la Fondazione ha poi messo a disposizione uno specifico sportello di informazione e assistenza rivolto ai partecipanti al fine di supportarli nella strutturazione finanziaria dei progetti. Numerose le richieste pervenute entro la scadenza del 30 settembre, cui è seguito, come di consueto, un attento processo di valutazione che ha privilegiato le situazioni di emergenza, gli interventi di rilevante impatto sulla comunità e con maggior bacino d’utenza, le necessità dell’efficientamento energetico e dell’abbattimento di barriere architettoniche. Sono in tutto 38 i progetti che beneficeranno del contributo. Il budget messo a disposizione dalla Fondazione è di 4 milioni di euro in tre anni, ripartiti in 1 milione per il 2019, 500 mila per il 2020 e 2,5 milioni per il 2021.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.