Tragedia sulla Sarzanese: muore nella notte di Natale la promessa del nuoto Dario D’Alessandro

CAMAIORE - Si è schiantato con lo scooter contro un muretto di recinzione sulla via Sarzanese a Capezzano Pianore: è morto così in una tragica notte di Natale Dario D’Alessandro, 16 anni. Promessa del nuoto pinnato e campione italiano.

-

L’incidente è avvenuto intorno alle 2.30. Come ricostruito dai Carabinieri, il giovanissimo atleta, residente a Capezzano, era appena rientrato a casa dopo aver festeggiato il Natale a Pietrasanta. Ma è subito riuscito per andare a comprare delle sigarette, prendendo lo scooter del padre. Un Beverly 350. Procedeva in direzione Massarosa quando, in fase di sorpasso, ha urtato un’auto, una Panda condotta da un 24enne camaiorese, perdendo il controllo del mezzo e finendo contro il muretto. Un impatto mortale, come raccontano i residenti. Il ragazzo era senza casco.
Sul posto l’automedica del 118 e la Misericordia di Capezzano per i soccorsi.
Una tragedia infinita che ha colpito una famiglia intera nel giorno di Natale e tutta Camaiore e il mondo sportivo.
Dario era una vera e propria promessa del nuoto. Aveva già conquistato cinque titoli italiani under 18 ai campionati assoluti di nuoto. Iscritto al Kamasub Camaiore, da subito aveva mostrato talento nella specialità dei 50,100 e 200 metri monopinna. Aveva anche indossato i colori della nazionale italiana per i mondiali juniores di nuoto pinnato a Sharm el Sheik nel luglio scorso. Prima della partenza per l’avventura azzurra in Egitto era stato omaggiato dal sindaco Alessandro Del Dotto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.