Una folla immensa e commossa per l’addio a Dario D’Alessandro

CAPEZZANO - "Eri un ragazzo unico". A Capezzano Pianore, nel comune di Camaiore, si è svolto il funerale del 16enne scomparso la notte di Natale in un incidente stradale. Numerosissimi i giovani commossi.

-

Una folla enorme ha dato l’ultimo saluto nel pomeriggio di oggi venerdi 27 dicembre a Dario D’alessandro, il ragazzo di 16 anni vera promessa della nazionale italiana di nuoto pinnato, deceduto la notte di Natale in un incidente sulla via Sarzanese a Capezzano, nel comune di Camaiore a pochi passi dalla sua abitazione. “Esco a prendere le sigarette”, aveva detto ai genitori, nonostante fossero le due passate della notte. Pochi attimi e poi lo schianto fatale dopo una serie di sorpassi fatti con lo scooter del padre, un Beverly 350 centimetri cubici di cilindrata. Il giovane aveva trascorso la serata nella vicina Pietrasanta. Era rientrato a casa, ma subito era uscito per recarsi al vicino distributore automatico di sigarette. E forse proprio per questo non aveva indossato il casco. Oggi, come detto l’ultimo saluto alle 15 nella chiesa parrocchiale Sacro Cuore di Gesù di Capezzano, troppo piccola per ospitare oltre un migliaio di persone che subito dopo pranzo hanno atteso nella piazza della Misericordia l’arrivo del feretro dal vicino obitorio. In molti sono rimasti all’esterno della parrocchia stracolma all’inverosimile. Grande la commozione fra i tanti  giovani presenti, che lo hanno ricordato con affetto, definendolo come un ragazzo “unico e insostituibile”. Chi lo conosceva non dimenticherà la sua simpatia e generosità.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.