Una foto sul campionato di serie D tra numeri, curiosità e…statistiche

CALCIO D - Alle fine del girone di andata, il torneo riprenderà domenica 5 gennaio 2020, è giusto segnalare un serie di curiosità e di statistiche relative al campionato di serie D. Numeri che tali sono ma che evidenziano la realtà delle prime 17 giornate.

-

Il girone di andata è già da qualche giorno in archivio. Ed allora è tempo di numeri anche per capire chi ha avuto la migliore difesa, il migliore attacco, la peggior difesa, il peggiore attacco, chi ha perso più partite e via discorrendo. Numeri freddi e crudi ma che evidenziano la realtà della fase ascendente e ci consentono di avere un quadro completo del girone A di serie D. Dunque: il Prato guida la classifica con 32 punti, uno in più di Lucchese e Sanremese. Ultime a pari merito con 14 punti Vado e Lavagnese. La squadra che vanta il maggior numero di vittorie è la capolista Prato con 10 mentre Verbania, Ligorna, Lavagnese e Vado hanno vinto solo tre volte. La squadra che ha il maggior numero di pareggi è il Seravezza di Vangioni (ben 9) mentre quelle che hanno perso di meno sono Lucchese e Sanremese solo due volte; il Prato invece ne ha già perdute 5. Peggio dei lanieri hanno fatto i fanalini di coda Vado e Lavagnese a quota 9.

La squadra più prolifica è la Caronnese con 32 reti. Fa molta fatica ad andare in gol il Verbania con solo 11 centri. La Lucchese ha la difesa più solida con sole 14 reti incassate mentre quella del Vado è la più perforata con 33. Le due squadre che non hanno subito ancora sconfitte casalinghe sono Casale e Seravezza mentre le più corsare sono Prato e Sanremese con 4 successi lontano dalle mura amiche. Una sola sconfitta esterna per Lucchese, Caronnese e Sanremese. Il maggior numero di vittorie casalinghe lo detiene il Prato con 6; il maggior numero di sconfitte a domicilio è della Lavagnese con 5. Il capocannoniere del girone con 13 reti è Giacomo Lucatti del Ghiviborgo ma trasferito la scorsa settimana al Seregno dove alla prima partita ha già messo a segno una rete. Sì, i numeri saranno freddi e crudi ma non tradiscono mai e danno la fotografia esatta del campionato.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.