Carnevale, pronto il piano della sicurezza: aumentano gli addetti

LUCCA - La macchina della sicurezza del Carnevale di Viareggio è già in moto. In Prefettura a Lucca le forze dell'ordine, Comune e Fondazione hanno messo a punto il piano per la gestione del pubblico per i sei corsi mascherati dal 1° al 25 febbraio.

-

Incrementati sensibilmenti gli addetti alla sicurezza: in totale ci saranno 200 uomini, tra vigilanti privati e volontari. I primi saranno impegnati nei controlli ai varchi di accesso, con compiti di filtraggio e prefiltraggio, mentre i secondi, tra i quali anche appartenenti all’Associazione dell’Arma dei Carabinieri, saranno dislocati lungo il circuito; con un piano di impiego che farà registrare un incremento complessivo di 60 addetti rispetto alla scorsa edizione.

Risorse che si aggiungono alle forze di polizia a presidio dell’ordine e della sicurezza pubblica. Per l’occasione il Prefetto richiederà al Ministero dell’Interno rinforzi straordinari. 35 i vigili del fuoco presenti.

Dunque, sarà un Carnevale ancora più presidiato. E’ stato il successo dello scorso anno, con presenze record, a spingere la Fondazione e il Comune a potenziare il sistema della sicurezza, in previsione di un ulteriore aumento di pubblico. Secondo la Prefettura sono 80mila le persone attese.

Otto le telecamere che saranno disposte lungo il circuito a disposizione del Centro operativo comunale.

A breve saranno firmate le ordinanze da parte del sindaco per il consueto divieto di vendita di superalcolici e l’uso di contenitori di vetro, di lattine e di bombolette spray, per tutta la durata della manifestazione.

Quanto all’allestimento in piazza Mazzini, la Commissione di vigilanza dovrà fare ulteriori verifiche sulla tribuna lato mare montata al posto del palco.

“Anche se è carnevale con la sicurezza non si scherza” – ha dichiarato il Prefetto Francesco Esposito. “Per divertirsi bisogna davvero essere sicuri soprattutto quando si partecipa a un evento con decine di migliaia di spettatori”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.