Geonova cede 61-74 alla Blukart San Miniato

BASKET B - La voglia di riscatto della Geonova era forte al ritorno sul parquet amico, ma di fronte c'era un avversario davvero ostico: la Blukart di San Miniato, seconda in classifica e che all'andata vinse avanti di 20. Bottino pieno anche in questo match per i sanminiatesi, anche se con uno scarto inferiore 61-74

-

La Geonova ha provato a tenere il passo della Blukart, a tratti c’è riuscita, ma non è stata mai in grado di impensierire più di tanto la squadra di coach Barsotti.

Palla a due e la partita prende il via con i primi due punti messi a segno dagli ospiti, Geonova che reagisce con Kushchev, ma l’inerzia è tutta per la Blukart che sale subito in cattedra portandosi sul più sei, distacco che riesce a mantenere costante per i primi minuti. Dal sesto in poi la Blukart alza i giri del motore e allunga fino al 16/27 della prima sirena.

Secondo quarto che inizia sulla falsa riga del primo, con un Moretti dai polsi molto caldi che aiutato da Tozzi mantiene la Geonova a distanza di sicurezza. Droker, Vico, Genovese e Pierini provano a tenere il passo senza però riuscire minimamente ad impensierire la difesa ospite. Quando si arriva all’intervallo lungo la Blukart ha ancora i suoi undici punti di vantaggio, quanto aveva già acquisito nel primo tempino.

Si riparte per gli ultimi due quarti e questa volta è Genovese che sblocca il risultato con una bella tripla, poi è Del Debbio che accorcia ancora, due punti per Genovese ed ancora Del Debbio in un coast to coast che gli frutta altri due punti, ora la Geonova è a meno quattro.

Adesso in campo c’è una Geonova rigenerata, più determinata e precisa, a uno e trenta dalla terza sirena Genovese firma il meno due, ospiti di nuovo a canestro per due punti ed Enihè sulla lunetta, 38 secondi da giocare con palla a Genovese, il suo assist è però intercettato e ne approfittano gli ospiti portandosi sul 47/53 alla terza sirena

Ultimo quarto e la Blukart cerca di far sentire tutto il suo peso allungando fino al più dodici dopo quattro minuti di gioco.

E’ Drocker che si fa carico di accorciare le distanze con due triple consecutive per il 57/64 ma l’inerzia non cambia assolutamente, aiutando gli ospiti a riportarsi sul più tredici a quaranta secondi dal termine della gara, il cronometro scorre veloce e la sirena fissa il punteggio sul 61/74, i due punti son per la Blukart.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.