I 950 anni della Cattedrale di San Martino

LUCCA - Presentato dall'arcivescovo Giulietti e dal rettore della Cattedrale Don Mauro Lucchesi il programma degli eventi legati alla commemorazione dei 950 anni del Duomo di San Martino.

-

Il 2020 è l’anno in cui si celebrano i 950 anni della cattedrale di San Martino. Ben poco rimane, architettonicamente, della chiesa romanica fatta erigere nel 1070 da Alessandro II e trasformata nel corso dei secoli nel capolavoro attuale, ma la ricorrenza è legata soprattutto all’importanza che il ruolo della cattedrale riveste all’interno della vita cittadina, sia cristiana che laica. San Martino infatti ospita al suo interno l’altare della Libertà che ben poco ha del messaggio cristiano, dato che fu fatto erigere per celebrare la liberazione lucchese dal giogo pisano, oltre alla lapide che riguardante il commercio posta nel loggiato.

Per celebrare dunque questo anniversario, la diocesi lucchese e l’opera del Duomo hanno organizzato un denso programma di convegni, mostre e approfondimenti che si aprirà sabato 18 gennaio con il convegno sulla storia della cattedrale a cui interverranno il Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale e lo storico Franco Cardini.

Tanti gli eventi collaterali, tra cui va ricordata la videoistallazione che, dal 18 giugno tutte le sere alle 21, proietterà in piazza San Martino l’immagine del labirinto di marmo in maniera percorribile per i visitatori.

Legato indissolubilmente alla cattedrale, il sarcofago di Ilaria del Carretto sarà tra i protagonisti delle commemorazioni, è infatti allo studio il progetto di ristrutturazione della cappella di Sant’Apollinare in un contesto più strettamente quattrocentesco e di restauro del sarcofago stesso, e cui lastre marmoree verranno ricongiunte in maniera semi permanente.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.