I vicini di casa tra i primi soccorritori di Da Silva

ALTOPASCIO - Tra i primi a soccorrere l'uomo, oltre ai carabinieri e agli ufficiali giudiziari che erano venuti a notificare lo sfratto, i vicini di casa, allertati dalle grida e dal rumore dell'incendio

-

La situazione in corte Panattoni era particolarmente delicata, difficili infatti i rapporti tra Da Silva e il vicinato, tanto che spesso dalla zona provenivano chiamate al 112. Per tutta la mattinata il sindaco Sara D’Ambrosio ha seguito le operazioni di vigili del fuoco e carabinieri, per capire se ci potessero essere problemi abitativi per gli altri inquilini dello stabile.

Al termine degli accertamenti sono stati dichiarati inagibili l’appartamento incendiato, quello al piano superiore ed un seminterrato.

 

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.