La domenica della… Pantera ? No, quella del… Gattopardo

CALCIO D - La sconfitta interna contro il Borgosesia ha frenato lo slancio della Lucchese che tuttavia rimane incolata alla testa della classifica. Sconfitte infatti anche le altre grandi del torneo: Prato. Sanremese e Casale. Domenica prossima trasferta sul campo del Real Forte in un derby che si profila davvero molto insidioso.

-

 

Fatto 30 la Lucchese non ha fatto 31. Pensate sarebbe bastato un pari nella gara interna con il Borgosesia per balzare in testa alla classifica. Già, 30 punti come quelli conquistati dai rossoneri nella lunga serie di 12 partite utili consecutive che si è spezzata al cospetto dei granata di mister Didu, buona compagine e nulla più. E pensare che stavolta l’approccio della Lucchese era piaciuto agli occhi del vostro cronista e non solo. I rossoneri, in completo bianco, avevano subito aggredito l’avversario assumendo l’iniziativa e dando netta l’impressione di essere molto determinati. In realtà, prima l’uscita di capitan Benassi per infortunio e poi il gol degli ospiti di Ravasi preso in modo piuttosto ingenuo, hanno tolto parecchie certezze e complicato assai il quadro della domenica. Troppo sterile la produzione in fase offensiva (si ricorda solo il clamoroso incrocio dei pali colpito da Cruciani su punizione) per poter sperare di uscirne indenni. Una giornata davvero stregata poichè dopo Benassi anche Bartolomei (botta alla testa) ha lasciato il campo addirittura in barella. Peccato perchè anche le altre grandi, o presunte tali, sono fragorosamente cadute. Soprattutto la capolista Prato, superata 4 a 2 da uno scintillante Seravezza autentica mina vagante del girone. Sconfitte anche Sanremese, alla seconda battuta d’arresto consecutiva, e Casale per una classifica che ha sorriso solo alla Caronnese coi varesini che hanno agganciato proprio la Lucchese al secondo posto. Ma tutto è successo alla fine perchè nulla o quasi cambiasse. Tanta delusione in casa rossonera ma anche intatta la voglia di ripartire subito e non a caso la società si sta muovendo ancora sul mercato. Alle viste il derby davvero insidioso del Necchi-Balloni contro il lanciatissimo Real Forte di mister Amoroso. Monaco è in emergenza per quanto riguarda il pacchetto difensivo. Benassi è out e sul recupero di Ligorio, fuori da quasi due mesi ci sono grossi punti interrogativi. E poi ci saranno da valutare anche le condizioni di Bartolomei. In realtà preoccupa anche la fase offensiva dove l’innesto di Iadaresta non ha sortito finora gli effetti sperati. Il poderoso centravanti deve essere servito nel modo giusto e questo ancora non è quasi mai successo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.