La Marcia della Pace nel segno della conversione ecologica

LUCCA - In occasione della celebrazione della Giornata Mondiale della Pace del 1 gennaio 2020 la comunità di S. Egidio, le associazioni, i movimenti e i gruppi laicali dell’Arcidiocesi di Lucca hanno voluto far giungere il loro sostegno alle parole del Papa e alla sua sollecitudine per la pace nel mondo, organizzando la 15a Marcia “Insieme per la pace”

-

Per la celebrazione della 53a Giornata Mondiale della Pace, Papa Francesco aveva scelto questo tema: “La pace come cammino di speranza: dialogo, riconciliazione e conversione ecologica”.

Il ritrovo era fissato davanti alla chiesa di Sant’Andrea e non all’interno come consuetudine, dato che l’edificio è interessato dal restauro del portale d’ingresso. Dopo i saluti da parte dei rappresentanti della comunità di S.Egidio e dei movimenti laicali, è intervenuto il sindaco Tambellini che ha voluto richiamare l’attenzione sul crescente clima di cattiveria, anche verbale, che sta interessando anche la nostra città, auspicando un ritorno a toni più moderati. E’ poi intervenuto mons. Giulietti che ha sottolineato l’importanza di piccoli gesti, come quello della marcia odierna, che contribuiscono alla realizzazione di azioni più grandi.

I partecipanti hanno poi sfilato per le strade del centro storico esibendo cartelli riportanti i nomi delle nazioni e delle regioni del mondo ancora in guerra. Nazioni in cui è forte l’impegno della comunità di S.Egidio, soprattutto per la realizzazione di corridoi umanitari a favore delle popolazioni civili coinvolte nei conflitti. La Marcia è terminata poi in cattedrale, dove l’Arcivescovo ha celebrato la messa.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.