La mission impossible della Geonova nella tana della capolista Omegna

BASKET B - La Geonova si prepara ad affrontare una delle trasferte più difficili e complicate del campionato, primo, dal punto di vista logistico, occorreranno infatti diverse ore di viaggio per andare e altrettante nel cuore della notte per tornare, dovendo raggiungere sul Lago Maggiore la cittadina di Verbania.

-

Ancor più complicato invece lo sarà da un punto di vista tecnico, Omegna, malgrado la sconfitta maturata contro Piombino è saldamente in testa con 13 vittorie su 15, a quota 26 punti, seguita a due lunghezze dalla Blukart San Miniato. E’ una squadra davvero forte e ben strutturata, la Geonova ha già potuto costatare personalmente all’andata, le doti dei giocatori avversari, ricordiamo che i piemontesi espugnarono il Palatagliate per 72/79, grazie a Rizzitello con 19, Balanzoni con 16, Arrigoni con 10 e Grande con un personale di 20 punti.

I ragazzi di coach Catalani dovranno essere al massimo della forma per riuscire a controllare una squadra come la Paffoni Omegna, oltretutto la Geonova è ancora senza Pagni e senza un adeguato rimpiazzo per l’uscita di squadra di Petrucci, quindi con una panchina corta a differenza dei padroni di casa che potranno invece contare su rotazioni più lunghe e di qualità. Catalani ha ben presente quali saranno le difficoltà e cosa l’aspetta sul parquet della Paffoni Omegna. Palla a due sabato sera alle ore 21.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.