Lago di Massaciuccoli, si lavora ai nuovi ricoveri per barchini

MASSAROSA - Regolarizzare i ricoveri per i barchini già esistenti e mappati, e allo stesso tempo trovare una soluzione per chi non ha un regolare ricovero sulle sponde del lago di Massaciuccoli.

-

Regolarizzare i ricoveri per i barchini già esistenti e mappati, e allo stesso tempo trovare una soluzione per chi non ha un regolare ricovero sulle sponde del lago di Massaciuccoli. Questa l’idea al vaglio dell’amministrazione comunale di Massarosa che nei giorni scorsi ha incontrato i vertici del Parco per cominiciare a discuterne. Negli anni ’90 fu redatta una vera e propria mappatura di tutti i ricoveri di barchini presenti sull’area del Lago, sia in area pubblica che su terreni privati. A distanza di oltre 20 anni quella mappa, realizzata sulla base delle autocertificazioni dei proprietari di barchini, andrebbe aggiornata. Deve cioè essere verificato che i ricoveri denunciati in quegli anni siano ancora presenti. “Tutti i ricoveri mappati e confermati – spiega il sindaco – sarebbero legittimati. A chi invece non ha un ricovero legittimo si darebbe la possibilità di realizzarne uno ex novo in un centro ricovero”.

Questa è infatti la strada che stanno valutando il Comune di Massarosa assieme all’ente parco regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli. Nei giorni scorsi ha avuto luogo un incontro preliminare in municipio a Massarosa tra il sindaco Alberto Coluccini, il presidente del Parco Gianni Maffei Cardellini e il direttore del Parco Riccardo Gaddi, per fare un punto della questione. Ma anche per continuare a parlare del recupero delle bilance e di un possibile progetto di allagamento.

L’idea è quella di dare una alternativa a chi oggi non possiede un ricovero regolare. La proposta prevede che sugli argini del lago siano individuati quattro o cinque “centri barchini”, ossia piccoli approdi dove sarà possibile farne attraccare anche da 10 a 15 contemporaneamente. “L’idea – dice il sindaco di Massarosa Alberto Coluccini – ci trova sostanzialmente d’accordo”

Per realizzare gli interventi di mappatura il Comune di Massarosa potrebbe avvalersi dei fondi ottenuti grazie al Progetto di Fiume finanziato dalla Regione Toscana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.