Lotta alle dipendenze: il Pca chiude per carenza di fondi pubblici

PIETRASANTA - Il Progetto Comunità Aperta sospende le attività per carenza di fondi. Lo annunciano gli operatori del gruppo Sims che da molti anni prestano servizio di assistenza a centinaia di tossicodipendenti per la Versilia nord dalla sede di via Stagi a Pietrasanta.

- 1

“Pur riconoscendo gli sforzi fatti sia dall’amministrazione comunale di Pietrasanta sia dalla dirigenza dell’ASL, dobbiamo constatare che questi non hanno avuto esito e ormai la situazione finanziaria dell’associazione è tale da non poter proseguire oltre.
Anzi, la speranza riposta nelle assicurazioni ricevute ci ha già spinto in zona di dissesto economico, con il personale dipendente che attende da mesi di essere pagato. Abbiamo quindi dato il via alle procedure di licenziamento, contando che comunque qualcuno si prenda carico in futuro del servizio, che riteniamo indispensabile per la nostra comunità.”

Solidarietà arriva da Potere al Popolo che attacca l’amministrazione comunale di Pietrasanta “mostrando insensibilità e cinismo ha permesso la chiusura di una realtà utilissima per tutta la comunità.”

Alla Vigilia di Natale le amministrazione di Camaiore, Seraevezza e Forte dei Marmi avevano promesso di valutare insieme alla Asl un impegno maggiore in questi primi giorni dell’anno. Ma intanto il Pca si è visto costretto a sospendere il servizio.

Commenti

1

  1. Giuliano Rebechi


    Piena solidarietà ai lavoratori del Pca, a quanti hanno nel servizio un punto di riferimento, all’Associazione. Per quanto sarà possibile tenete duro.
    Giuliano Rebechi, presidente Associazione culturale “Rolando Cecchi Pandolfini” Pietrasanta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.