Lucchese vuol calare il settebello; la capolista Prato rischia al Buon Riposo

CALCIO D - La 19esima giornata offre confronti davvero interessanti. La capolista Prato gioca sul campo del Seravezza di Walter Vangioni. Cercherà di approfittarne la Lucchese che ospita il Borgosesia. Monaco insiste col 4-2-3-1. All'andata finì 1 a 1.

-

 

Il braccio di ferro tra Prato e Lucchese, ammesso che non vi siano terzi incomodi, è appena agli albori e chissà che non abbia a protrarsi fino al 3 maggio quando si giocherà la 34esima ed ultima giornata. Oppure magari si risolverà anche prima. Sarà il campionato a dircelo. Intanto la 19esima giornata, seconda del girone di ritorno parrebbe, usare il condizionale è d’obbligo, favorire la Pantera che al Porta Elisa riceverà il Borgosesia mentre la capolista Prato sarà di scena sul campo del temibile Seravezza di Walter Vangioni. Casomai sarà bene non sottovalutare l’impegno coi piemontesi. Le difficoltà incontrate con Lavagnese e Vado siano di monito per Benassi & C. Lucchese a caccia di tre punti che significherebbero la settima vittoria consecutiva e la prospettiva allettante dell’assalto al primo posto ammesso che da Seravezza giungano notizie giuste. Capitolo-formazione. Rientra Lici, non Ligorio. Possibile che Monaco possa concedere subito una maglia da titolare al valido giocatore di origine albanese fuori da oltre un mese. Da annotare invece il forfait di Vignali che non è neppure tra i convocati. Ecco pertanto il probabile undici che calerà sul prato del Porta Elisa con il 4-2-3-1: Coletta tra i pali; Bartolomei, Papini, Benassi e Lici in difesa; Meucci e Cruciani in mediana; Remorini, Fazzi e Nannelli a supporto della punta centrale Iadaresta. Il pallone racconta che all’andata (era l’8 settembre) Borgosesia e Lucchese si divisero la posta. Finì 1 a 1 al comunale di Borgosesia. Furono i rossoneri a portarsi in vantaggio all’undecimo del primo tempo grazie ad una capocciata imperiosa e vincente di Maikol Benassi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Subito dopo Visibelli (passato a dicembre al Tuttocuoio) colpì la traversa. Nella ripresa però al 13esimo i padroni di casa pervennero al pareggio con un tiro di Castelletto dal limite dell’area. Secondo tempo non trascendentale per la squadra di Monaco che tuttavia quasi al novantesimo ebbe con Gueye la ghiotta occasione del 2 a 1 che l’attaccante rossonero gettò alle ortiche.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.