Ma il Palatagliate di Lucca è ormai diventato un parquet di…conquista

BASKET - Lo strano destino e l'amaro avvio del 2020 del basket lucchese. Gesam Le Mura e BCL Geonova hanno giocato due partite casalinghe e in entrambe le occasioni sono maturate altrettante sconfitte. Insomma, un desolante 0 su 4 che però non deve far perdere la fiducia in un sollecito riscatto.

-

 

Cominciamo dalla squadra femminile che finora è stata protagonista di un ottimo torneo non a caso concluso alla fine del girone di andata al quarto posto. Gli infortuni prima della Pastrello e successivamente della Madera, ancora non del tutto recuperata, e della Vitari che invece è ancora ai box. L’avvio dell’anno ha subito proposto alle biancorosse l’abbordabile gara casalinga (tutto gennaio in casa per le ragazze di coach Iurlaro) contro la Sicily Palermo. Purtroppo Ravelli & C. hanno disputato una delle prove più incolori del torneo e sono state sconfitte. Decisamente più convincente la gara contro il fortissimo Ragusa, ancora interlocutore siciliano. Nonostante un roster ridotto all’osso Le Mura si è battuta con piglio cedendo di stretta misura ad una delle favorite per lo scudetto.

BasketDay da dimenticare il 5 gennaio anche per il BCL Geonova nella B maschile. La squadra di Catalani si è arresa al fanalino di coda Montecatini ribadendo l’estrema discontinuità di rendimento. In effetti Vico & C. hanno sciorinato prestazioni da dimenticare alternate a gare da incorniciare: vedi il successo sulla Enic Firenze. Non è stato il caso però del derby coi termali che pure erano calati al Palatagliate nello scomodo ruolo di fanalino di coda del campionato con una sola vittoria in saccoccia e alla fine l’hanno spuntata. E sabato scorso nella prima del girone di ritorno anche l’Etrusca San Miniato, in realtà compagine di ben altro spessore e seconda in classifica, è passata  nonostante che la Geonova abbia giocato una partita apprezzabile. Si apre così in modo perlomeno deludente il 2020 del basket lucchese. Quattro partite in casa e altrettante sconfitte. Non ci resta che guardare avanti e sperare in un futuro migliore.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.