3° Memorial Erbstein, un grande successo allo stadio di Marlia

CALCIO GIOVANILE - Grande successo di pubblico e una bella giornata di calcio per la terza edizione del Memorial Erbstein che si è disputato allo stadio di Marlia per commemorare la giornata della Memoria, ricordando la figura del grande tecnico ungherese di origine ebraica.

-

 

Il torneo promosso dal Comune di Capannori in collaborazione con Figc e AIA locale e organizzato da Paolo Bottari, ha avuto quest’anno come ospite d’onore la Fiorentina, che con la sua presenza va ad arricchire l’albo d’oro, dopo la doppia partecipazione del Torino. La formazione viola degli esordienti si è confrontata con le tre squadre locali, Folgor Marlia, Folgore Segromigno e Pieve S.Paolo in un torneo privato di classifica finale e trasformato in una bella festa dello sport, che è riuscita con garbo a far riflettere i giovani sul tema della Shoah, e a far capire la forza dello sport come momento di aggregazione e unione. L’evento ha avuto come ospite d’onore Claudio Desolati, bomber degli anni ’70 della Fiorentina che insieme alla gloria locale, Giovanni Toschi, ex Torino, hanno offerto tanti aneddoti sulle proprie carriere. Il torneo era stato anticipato giovedì sera dalla proiezione del docu-film sulla vita di Erno Egri Erbstein, il tecnico che rese grande la Lucchese. E alla bella serata del cinema Artè di Capannori non sono volute mancare due autentiche bandiere del calcio rossonero quali Francesco Monaco e Toni Carruezzo attuali allenatore e vice dalla Pantera. L’AD della Lucchese, Alessandro Vichi ha invece spiegato i progetti futuri della Lucchese, delle ambizioni di crescita sportiva e societaria, passando anche dalla possibilità di realizzazione del nuovo stadio. Ma è soprattutto sul settore giovanile che si è soffermato, assicurando che la Lucchese il prossimo anno avrà comunque quattro formazioni: Juniores, Allievi, Giovanissimi e Esordienti, il cui livello qualitativo dipenderà anche dal risultato della Prima Squadra, se sarà o meno tra i professionisti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.