Neuroscienze e patologie psichiatriche; siglato accordo tra Brf e scuola Imt

LUCCA - Coniugare alto livello scientifico e ricerca clinica. È questo il fine della convenzione siglata tra la Fondazione Brain Research e la Scuola Imt Alti Studi di Lucca.

-

Una collaborazione, ha detto il presidente di Brf, Armando Piccinni, che mira ad unire le forze delle due realtà: da una parte la Fondazione, con l’attività clinica e la presenza di pazienti con patologie psichiatriche; dall’altra Imt e il suo gruppo di neuroscienziati con cui poter collaborare per approfondire le conoscenze relative alle patologie psichiatriche e alle neuroscienze, anche attraverso l’utilizzo delle più moderne tecnologie.

L’accordo, ha aggiunto il direttore di Imt, Pietro Pietrini, apre importanti scenari non solo a livello locale ma anche nazionale, per portare fuori dalle mura degli atenei la conoscenza psichiatrica.

Al termine della conferenza è stata presentata la vincitrice della Borsa di Ricerca “Antonio Gatto”, che ogni anno permette a un giovane ricercatore di lavorare in modo indipendente sui progetti scientifici della Fondazione Brf: è la dottoressa Rachele Bucchi, giovane laureata con una tesi sperimentale sull’Alzheimer.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.