Omaggio a Luciana Pacifici, la più piccola deportata della provincia di Lucca

VIAREGGIO - Fu la più giovane deportata ebrea della provincia di Lucca. Luciana Pacifici aveva solo otto mesi quando venne portata ad Auscwhitz ma morì prima ancora di arrivarci, risparmandosi forse ulteriori sofferenze. Nel ricordo della piccola, nata a Napoli da padre viareggino nel 194,3 è stata celebrata la prima delle iniziative della Giornata della Memoria.

-

Venne arrestata a Cerasomma e detenuta per settimane a Bagni di Lucca prima di essere caricata sul convoglio diretto in Polonia dove

Sulla passerella a lei intitolata due anni fa, il Comune di Viareggio con l’Anpi e la Comunità ebraica, hanno omaggiato la targa che porta il nome della bambina simbolo della Shoah. Un’occasione per diffondere un messaggio di dialogo e tolleranza, rivolto soprattuto ai giovani purtroppo però totalmente assenti – come spesso accade –  alla cerimonia.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.