Accampati nei boschi per spacciare, blitz della polizia

CAMAIORE - Operazione contro lo spaccio a Capezzano da parte degli agenti del commissariato di Viareggio e il comando di polizia municipale di Camaiore. I controlli sono scattati dopo le segnalazioni della presenza di pusher all’interno della macchia boschiva adiacente via dell’Acquarella.

-

Si erano accampati nel bosco, dove, nascosti dalla vegetazione, preparavano le dosi di droga da vendere ai clienti. E’ quanto emerso da un’operazione congiuta contro lo spaccio a Capezzano, nel comune di Camaiore, condotta mercoledi pomeriggio dagli agenti del commissariato di Viareggio e dal comando di polizia municipale di Camaiore. La macchia dove gli spacciatori erano soliti rifugiarsi si trova nei pressi di via dell’Acquarella. I controlli sono scattati dopo diverse segnalazioni dei cittadini. L’attività di appostamento e osservazione svolta in sinergia tra le due forze di polizia con il supporto anche del personale del reparto prevenzione crimine e del reparto cinofili di Firenze ha permesso di riscontrare un intenso via vai di autovetture nella zona. Gli operatori, sul posto, hanno scoperto una situazione di degrado totale: veri e propri accampamenti rudimentali costruiti all’interno della  vegetazione con ombrelloni o teli, numerose batterie per auto, piccoli fornelli a carbone, attrezzi di vario tipo, cibo, abiti, materassi e rifiuti di ogni genere. All’interno di uno di questi accampamenti è stato trovato un 23enne  marocchino che, a seguito di accertamenti, è risultato essere immigrato irregolare. Per questo motivo sono state avviate le procedure per la sua espulsione dal territorio nazionale. Durante i controlli all’interno del bosco, infine, sono stati trovati alcuni grammi di hashish nascosti tra la vegetazione.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.