Stadio dei Pini: in corso le verifiche strutturali; Viareggio Cup emigra

VIAREGGIO - “Avanti con le verifiche strutturali allo stadio dei Pini.” Lo scrive il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, a due mesi circa dall'affidamento dell'incarico al professor Mauro Sassu del Dipartimento di ingegneria civile e ambientale dell’Università di Pisa.

-

Il Torquato Bresciani come noto è chiuso dal giugno 2018 per gravi carenza in materia di sicurezza.

“Il tecnico incaricato sta terminando le valutazioni” – scrive ancora Del Ghingaro. “Poi ci fornirá il coefficiente di vulnerabilità sismica per programmare i lavori e ridare uno stadio ristrutturato e sicuro alla città.”

Ci sarà ancora da attendere dunque per capire quale sarà il progetto (ristrutturazione o ricostruzione ex novo) e soprattutto quali i tempi per i lavori e la riapertura. L’amministrazione ha già stanziato 1,7 milioni di euro per gli interventi. In attesa di riavere lo stadio intanto, il Centro Giovani Calciatori si prepara a portare altrove la Viareggio Cup, giunta alla 72esima edizione, già lo scorso anno ospitata con apertura e chiusura a La Spezia.

“Siamo fiduciosi che il sindaco riesca a riaprire lo stadio il prima possibile, ma intanto stiamo lavorando ad un accordo importante su una o due sedi principali alternative” – ci spiega il presidente del Cgc Alessandro Palagi. “Che sia La Spezia, Pisa o Lucca poco importa. Ciò che conta è che il Torneo come sempre si farà e sarà una grande edizione, ricca di sorprese” – ha concluso. Il torneo maschile si giocherà dal 16 al 30 marzo, mentre a febbraio, dal 12 al 19, quello femminile. Arrivata al secondo anno, la Womens’ Cup – che vedrà in campo anche una squadra statunitense – resterà tutta in Versilia. Si giocherà nei campi sintetici di Viareggio e del resto del territorio versiliese.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.