Troppo forte Ragusa e troppo corta la panchina de Le Mura, termina 65-70

BASKET A1 - C'è ben poco da fare quando hai una panchina decimata dagli infortuni e davanti una squadra che si chiama Ragura che può contare su un roaster al cui interno gioca una certa Dearica Hamby  - 29 punti per lei e 16 rimbalzi -, ma le ragazze di Iurlaro ci hanno provato e alla fine i 5 punti di distacco sul tabellone lasciano molto amaro in bocca per quella che all'inizio doveva essere una vera e propria Caporetto.

-

E invece Ragusa non è mai riuscita ad andare oltre il più 10 di distacco. Nonostante la convocazione, alla fine Iurlaro ha dovuto fare a meno di Sara Madera, rimasta seduta in panchina a causa dell’infortunio alla caviglia subìto contro Bologna e non ancora risolto.

Un primo quarto iniziato con il freno a mano tirato da parte delle biancoverdi ospiti ma che col passare dei minuti prendono le misure alla Gesam, forti anche di una maggiore precisione soprattuto nei tiri da tre. La bomba siglata da Romeo chiude il primo tempino sul 16 24.

In apertura di secondo periodo le biancorosse dimezzano il passivo affidandosi alla presenza sotto le plance di Batabe Zempare. Ragusa, di contro, non perde mai la bussola rispondendo presente sempre con Hamby, capace di mettere in fila due giochi da tre nello spazio di una manciata di minuti, e con Tagliamento dalla distanza. In un fortuito contrasto Jakubcova-Soli ad avere la peggio è l’esperta playmaker della Passalacqua. Finale di quarto tutto a tinte biancorosse con la tripla di Ravelli sulla sirena che manda a riposo le contendenti sul 40-43. 

Il terzo periodo si apre, tanto per cambiare, nel segno di Dearica Hamby. L’ex dei Las Vegas Aces piazza un parziale di 0-6 con Gesam che mostra delle difficoltà a trovare la strada del canestro. La squadra di coach Recupido arriva agli ultimi dieci minuti di gara con 11 lunghezze di vantaggio. Le iblee controllano con maestria il quarto periodo sebbene Lucca con tanta generosità resti attaccata alla gara risalendo sino al -6 grazie ad una “rubata” poi concretizzata comodamente. I cinque punti ravvicinati di Stroscio, chiamata in causa per dare dei minuti di riposo a Romeo, sigillano il successo di Ragusa che mercoledì 15 gennaio tornerà in campo per il recupero contro Costa Masgnaga.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.