Trovato morto l’uomo scomparso dalla stazione di Altopascio

PESCIA - Otto giorni dopo la sua scomparsa, i familiari hanno ritrovato il cadavere di Viktor Qosja, albanese di 58 anni, in un fossato vicino a Pescia. Dell'uomo si erano perse le tracce il 19 gennaio scorso dalla stazione di Altopascio

-

In base al racconto di un testimone, l’uomo era stato visto alla stazione di Pescia mentre scendeva da un treno con cui dal Veneto (aveva cambiato convoglio a Prato) voleva raggiungere la figlia a Viareggio. Ma probabilmente, appena resosi conto dell’ errore, avrebbe tentato di tornare a bordo mentre il treno ormai era in movimento e con le porte chiuse. Tra stazione di Pescia e punto del ritrovamento del cadavere ci sarebbe circa un chilometro di distanza quindi viene ipotizzato che sia rimasto attaccato all’esterno fino a cadere, o lasciarsi cadere, nel terreno perdendo la vita. Questa sembra una ricostruzione più plausibile avanzata dalle autorità rispetto ai fatti conosciuti.
La procura di Pistoia ha disposto l’esame medico legale del cadavere. Della vicenda della sua scomparsa si era occupata anche la trasmissione tv ‘Chi l’ha visto?’

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.