Carnevale bagnato, Carnevale…fortunato

VIAREGGIO - Carnevale bagnato, carnevale fortunato. Lo hanno ripetuto un po’ tutti – quasi come un mantra - durante le tre ore del primo corso mascherato, funestato da una pioggia leggera ma incessante che non ha dato tregua. Come ad esorcizzare un meteo avverso tanto temuto quanto previsto

-

Lo spettacolo non è mancato e il pubblico neppure. 100mila euro l’incasso della prima giornata di Carnevale, 48mila euro meno di quanto messo a bilancio, ma comunque un ottimo risultato vista la situazione. A pesare sulla scelta, difficile, di sfilare comunque sono state soprattutto le tante prenotazioni e prevendite, gli hotel pieni e una città che aveva voglia di dare il via al suo Carnevale. Con un rituale accelerato nella cerimonia di apertura, arricchita da sbandieratori e tamburini da tutta la Toscana e dalla Fanfara della Marina Militare, l’alzabandiera ha dato il via al 147esimo anno del Carnevale viareggino. Sole o pioggia, lo spettacolo delle costruzioni è stato garantito,
ammirato e anche applaudito da un pubblico di diverse migliaia di persone. Eppure nessuno dei carri si è mostrato al suo debutto al 100% delle possibilità: alcuni erano fermi nei movimenti, altri spenti per blackout, altri ancora hanno subito veri e propri danni a causa della pioggia. Ma nonostante i malumori inevitabili tra diversi carristi, con le immancabili polemiche, è prevalsa la voglia di portare in fondo la giornata. Anche lo spettacolo pirotecnico si è dovuto arrendere a metà a causa del vento in rinforzo dal mare. A fine serata la Fondazione nel ringraziare “tutti i costruttori e i volontari che hanno dato il massimo nonostante le avversità”, ha confermato che “le votazioni delle giurie sono regolari e convinte.” Del resto il tempo per dare il massimo c’è. Altri cinque corsi mascherati, fino al 25 febbraio, giorno dei verdetti. Quest’anno più pesanti che mai, perché segneranno promozioni e retrocessioni nelle varie categorie.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.