Carnevale di Viareggio: un indotto da record per il territorio provinciale

VIAREGGIO - Quasi 60 miloni di euro di indotto nel solo mese di febbraio. Il doppio, 121 milioni di euro, considerando sia residenti che turisti. E' questo l'impatto economico da capogiro generato dal Carnevale di Viareggio sull'intero territorio della provincia di Lucca.

-

A rivelarlo è un’indagine condotta dalla Cna presentata dal coordinatore nazionale Cristiano Tomei mercoledì alla Cittadella, di fronte alla Fondazione, all’amministrazione comunale, ai consiglieri regionali lucchesi e ai carristi. Numeri impressionanti: nel mese di febbraio circolano 9 milioni come apporto diretto dei corsi mascherati, e 57,5 milioni indiretti tra ristorazione, shopping, ricettività, trasporti, cultura, sport e turismo esperenziale. I soli visitatori che restano unicamente per le sole giornate dei corsi, senza dormire, generano circa 12 milioni di euro.

L’analisi parte dai dati sul turismo. 30mila gli arrivi (di italiani) stimati per il Carnevale di Viareggio, solo metà pernottano nelle struttre alberghiere. Quanto alle presenze (ovvero il numero di notti) si registrano 55mila giorni per gli italiani e 21mila per gli stranieri. Questi ultimi tendono a rimanere più notti. In Versilia, dopo Viareggio, è Lido di Camaiore a beneficiare maggiormente dei flussi legati al Carnevale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.