Coronavirus, gli esperti: “Sì attenzione e controlli, no alla psicosi”

LUCCA - Attenzione e controlli, ma non allarmismo e psicosi. Questo il messaggio principale emerso dall'evento informativo sul nuovo Coronavirus "Covid-19" organizzato dal Comune di Lucca insieme all'Azienda USL Toscana Nord Ovest, svoltosi nel complesso di San Micheletto, ed aperto dal sindaco Tambellini.

-

Tra i partecipanti, il direttore dell’unità operativa complessa di Malattie infettive di Lucca, Sauro Luchi, che, a margine del convegno, ha ribadito come l’ospedale S. Luca abbia la possibilità di mutare i propri spazi per affrontare l’emergenza Coronavirus, se ciò dovesse rendersi necessario.

Intanto, sono stati accertati due casi positivi nella provincia di Massa Carrara.

Il primo è un musicista settantenne di Albiano Magra, nel Comune di Aulla che si era recato per un concerto a Codogno, nella “zona rossa” di diffusione del virus. Dopo il suo rientro si è messo in autoisolamento domiciliare dove si trova tutt’ora. Il tampone effettuato su di lui è positivo. Al momento accusa uno stato febbrile, ma le sue condizioni sono buone.

Il secondo nuovo caso. è a Carrara e riguarda una 65enne di Codogno arrivata nella città apuana dove possiede una seconda casa. La signora, giunta in auto, è sempre rimasta all’interno del proprio domicilio carrarino. Al momento ha tosse ed un leggero stato febbrile e ieri sera il suo tampone è risultato positivo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.