Coronavirus: tavolo permanente tra i sindaci della Versilia

VERSILIA – Massima attenzione ma niente panico. Su questa linea si stanno muovendo in queste ore s sette sindaci della Versilia per gestire l'emergenza coronavirus. Giovedì a Villa Pergher si apre il primo tavolo permanente allargato al direttore della zona distretto e al responsabile del presidio ospedaliero Versilia.

-

Ogni decisione sul tema sarà presa in maniera unitaria a quel tavolo per coordinare le azioni sui rispettivi territori e definire una comunicazione unitaria alla popolazione. In una nota firmata da tutti i sindaci, la priorità data è tutelare i servizi sanitari, sia per evitare la diffusione del virus sia per mantenerli efficienti in caso di bisogno.

“Non saranno presi provvedimenti che non abbiano razionalità tecnico scientifica: quindi” – si legge – ad oggi, nessuna scuola chiusa né annullamento di manifestazioni. Allo stato le limitazioni riguardano solo le regioni in cui vi è diffusione del virus. “

“La situazione è in continuo aggiornamento e, in caso di cambiamento dei parametri, verranno presi in considerazione anche provvedimenti più importanti, ma sempre graduati tecnicamente e scientificamente, e soprattutto proporzionati alla situazione.”

Particolare attenzione anche alle false notizie, spesso diffuse sui social. I Comuni spiegano che “non sarà tollerata la diffusione di notizie non confermate, con modalità tali da generare panico e procurato allarme.”

Si ricorda che il numero della Asl Toscana nord ovest 050-954444 (attivo dalle 8 alle 20 con personale e dalle 20 alle 8 con segreteria telefonica), a cui rispondono medici della sanità pubblica, è dedicato solo alla segnalazione obbligatoria di contatti con eventuali casi confermati di Covid-19 e rientri dalle aree a rischio negli ultimi 14 giorni. Tutte le altre chiamate sono improprie perché intasano le linee, impedendo di trovare libero a chi deve obbligatoriamente telefonare per le segnalazioni.

Per informazioni e chiarimenti si può continuare a fare riferimento al numero verde istituito dalla Regione: 800.556060, opzione 1, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 15. Sempre per avere informazioni, i cittadini possono rivolgersi al numero verde istituito dal Ministero: 1500, attivo 24 ore su 24.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.