Individuato il soggetto che ha ucciso il cinghiale a Gallicano

GALLICANO - E' stato individuato l'uomo che domenica pomeriggio ha sparato ad un cinghiale uccidendolo nella zona degli impianti sportivi di Gallicano. Secondo le prime indagini non si è trattato di un atto di bracconaggio.

- 7

L’uomo, che è stato denunciato alla Procura di Lucca, avrebbe sparato ritenendo l’animale potenzialmente pericoloso per l’incolumità delle persone.

Commenti

7


  1. Pericoloso? Mi mangiava in mano!


    • Signora Gabriella lo sa che lei involontariamente è complice di chi ha commesso il fatto ? Se non fosse stato appastato il cinghiale sarebbe ancora vivo, il signore che l’ha ucciso non sarebbe sotto processo, non mi frantenda, ho detto lei ma intendo tutti coloro che si sono conpiaciuti a dargli da mangiare, lo sa che la scorsa settimana per poco che buttava a terra una signora che transitava presso gli impianti sportivi ? Con questo non si giustifica il reato ma è giusto comprendere meglio la cosa. Niente di personale e la saluto


  2. Il cinghiale è pericoloso e SPARARE IN CENTRO ABITATO NO?????
    Va beh se vogliamo trovare una scusa almeno inventiamola più credibile . L’incolumità delle persone è messa a rischio da individui come questi non dai cinghiali.
    Peccato che il Sindaco non è riuscito a salvarla in tempo a causa anche delle fantastiche leggi regionali che prevedono l’abbattimento anziché la cattura.
    Ciao piccola Jolanda e perdona se puoi (io non ci riesco) quest’essere “umano” che con un fucile in mano si ritiene superiore a te…sai gli piaceva vincere facile 🙁


    • Auguro a questa persona ke ha ucciso Iolanda d nn trovare pace fino alla,sua morte


    • Infatti il soggetto è sotto processo per aver sparato all’animale anche se lo ha fatto mentre il parco era chiuso al pubblico. Detto come lo hai scritto (Angie) sembra che questo signore sia andato in un centro abitato a sparare dietro un cinghiale. Cmq lui si è assunto le sue responsabilità, gli altri ? Chi doveva intervenire prima ? chi ha nutrito l’animale ? E se durante una delle tante fughe dell’animale avesse travolto un giovane e una persona oggi di cosa staremo parlando ?
      Nessuno ha detto che non è pericoloso sparare, ma per questo lui pagherà le consegenze e gli altri scrivino su facebook e risolvono così i problemi. Gli animali selvatici vanno lasciati stare, non si è dei ganzi se gli si da da mangiare, ma cpsì facendo gli apriamo la strada verso morte certa.


      • A Zoro, vai a vedere il luogo… se era chiuso al pubblico lui che ce stava a fa?? ha le chiavi?? se voleva assumersi le sue responsabilità primo non nascondeva il cinghiale e secondo non aspettava che lo trovassero le forze dell’ordine!!! Facile assumersele dopo con la scusa dell’incolumità pubblica. E’ chiaro che un cinghiale in giro può creare “problemi” ma ci sono altri modi per risolverli come per esempio la cattura e la re immissione in un parco faunistico libero di scorrazzare. Il cinghiale dov’è?? nel congelatore?? Nessuno si ritiene ganzo se aiuta un animale in difficoltà come nessuno può ritenersi libero di sparargli a proprio piacimento.


  3. Un cinghiale addomesticato libero di muoversi in paese da molti giorni è in ogni caso un potenziale pericolo. Anche un cinghialetto di quella taglia può mordere e far molto male oppure colpire qualcuno con il suo forte grifo (naso). E poi cresce in fretta!
    Il far west fai da te con pistole e fucili è ingiustificabile in un centro abitato e va punito.
    Magari chi aveva l’autorità e la possibilità di fare qualcosa legalmente, poteva muoversi prima che si esasperassero gli animi. Serva però di esperienza questa vicenda per le prossime volte eventuali.
    Se un ragazzo in moto avesse investito Jolanda e fosse morto, di chi sarebbe stata la colpa?
    Ci saremo commossi di più per la persona o per il cinghiale?
    Gli animali selvatici, come quelli domestici, non possono scorrazzare liberi per le città e dar loro da mangiare è vietato anche penalmente. Chi gli dava da mangiare ed ora ha le lacrime agli occhi, sappia dunque che ha commesso un reato ed è stato complice con chi lo ha ucciso, perchè quell’animale è stato anche “invogliato” a rimanere lì in paese proprio da chi lo governava!
    Voler bene agli animali significa non augurare il male o il rimorso a vita alle persone, ma rispettarli nel loro habitat naturale, il bosco, ed accettare che vivano liberi nel mondo selvaggio che ha le sue regole, in cui vive solo chi è più adatto, scaltro e più forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.